27.2.08

Anteprima: Un bacio romantico - My blueberry nights

Regia: Wong Kar-wai
Sceneggiatura:
Wong Kar-wai e Lawrence Block
Cast: Norah Jones,
Jude Law, David Strathairn, Natalie Portman, Rachel Weisz
In sala dal: 28 marzo
Sito ufficiale: QUI

My Blueberry Night appare immediatamente per quello che è: un film spudoratamente romantico.

Per un cineasta, parlare del sentimento più complicato e talvolta incomprensibile dell'animo umano, l'amore, senza cadere vittima del formalismo e delle banalizzazioni, non è certo una cosa facile. Ma se c'è un autore che, facendo delle pene d'amore dei personaggi dei propri film un marchio di fabbrica, ha saputo tracciare all'interno di una filmografia che spazia fra generi diversi un percorso assai coerente, quell'autore è di certo il cinese Wong Kar-wai. A cominciare dal suo film d'esordio, una tutto sommato riuscita versione orientale di Mean Street, fino al recente episodio “La mano” contenuto nel film Eros, Kar-wai ha saputo descrivere col suo personalissimo stile fatto di ralenti e camera a mano le vicende di personaggi che riflettevano di volta in volta le diverse facce dell'amore.

Dal regista che ci ha regalato perle quali In the mood for love o Hong Kong Express, è quindi chiaro, ci si aspetta sempre il massimo, ed è del tutto naturale che anche nel caso della sua ultima fatica, My Blueberry Nights, le aspettative siano decisamente alte. Una cosa è tuttavia da mettere in chiaro: My Blueberry Nights è girato negli USA, con attori occidentali del calibro di Norah Jones (debuttante dal mondo della musica ma, si dice, da non disprezzare affatto), Jude Law, David Strathairn, Natalie Portman, Rachel Weisz. Verrebbe da chiedersi quale possa essere il motivo di una scelta simile da parte di un uomo dichiaratamente innamorato della Hong Kong protagonista di tanti suoi lungometraggi. Forse il desiderio di mettersi in gioco, o la voglia di esplorare nuovi spazi nel tentativo di espandere le proprie tematiche. In ogni caso abbiamo un precedente molto confortante nel bellissimo Happy Together, girato a Buenos Aires, un film riuscitissimo in cui si narrano le vicende tormentate di due giovani omosessuali cinesi (i bravi Leslie Cheung e Tony Leung) lontani dal loro paese e dalla loro cultura. Anche se sulla carta i due film hanno una genesi completamente diversa, le tematiche affrontate paiono essere simili. Persone alla ricerca di qualcosa, persone con un vuoto da colmare.

Il film è un road movie decisamente lineare: la protagonista Elizabeth, dopo aver concluso un lungo rapporto col suo compagno, si innamora del gestore di un caffè ma questo non la frena dall'intraprendere un viaggio che da New York la porterà a fare nuove conoscenze e ad affrontare una serie di situazioni alla ricerca di se stessa, nel tentativo di ricucire le ferite rimaste ancora aperte. Un viaggio non solo nell'America, ma nei sentimenti di una donna, una ricerca interiore. Lo stile appare leggermente diverso rispetto ai sui precedenti lavori, più plastico e compatto ma estremamente raffinato, fatto di buio e neon.

Aspettiamo fiduciosi il 28 marzo, quindi. Nella speranza che, nonostante la critica non proprio entusiasta, le qualità di questo grande regista possano risaltare per l'ennesima volta e che My Blueberry Nights si riveli come un film forse più accessibile e formale rispetto ai suoi precedenti lavori (complice anche la mano di Lawrence Block alla sceneggiatura), ma ancora una volta contenitore di emozioni e di sentimenti romantici difficilmente sintetizzabili a parole, ancora una volta esponente di uno stile registico unico e ineccepibile, da amare a da apprezzare enormemente.





Un anteprima a cura di Nosf

1 commenti:

Andrea ha detto...

L'attesa per questo film è alle stelle ormai da anni... finalmente ci siamo quasi!

Creative Commons License
This opera by I Soliti Ignoti is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Tutti i marchi, le fotografie e le immagini che compaiono nel sito sono di proprietà delle relative case di produzione e dei relativi proprietari. Tutte le copertine presenti nel sito sono a solo scopo dimostrativo. I soliti ignoti declina ogni responsabilità sul loro utilizzo.